“Le sorelle alle quali il Signore ha dato la grazia di lavorare, lavorino applicandosi a
lavori decorosi e di comune utilità, con fedeltà e generosità”
 (dalla Regola di S. Chiara).

L’umile fatica del lavoro manuale è conseguenza della scelta evangelica dell’altissima povertà, che il Figlio di Dio scelse per sé, che santa Chiara adottò come via privilegiata per conformarsi a Cristo e che tuttora rispecchia la nostra identità di Sorelle Povere, vivendo del frutto del lavoro delle nostre mani.

Per noi, figlie di Chiara d’Assisi, il lavoro è grazia, dono di cui benedire il Padre delle misericordie che ci rende partecipi nell’opera della creazione, come sentire che le mani di ogni uomo e quelle di Dio s’intrecciano in un unico gesto di creazione. È una missione, è un’espressione di minorità; il frutto che da esso proviene permette il sostentamento della Comunità e la condivisione solidale con i poveri, secondo lo spirito del Vangelo.

Realizziamo oggetti in legno di ulivo che ci vengono richiesti come ricordi per battesimi, prime comunioni, cresime, matrimoni, anniversari e altre ricorrenze…
Segni di amicizia, di amore, di unità familiare … per incontri vari e campi scuola.
Presepi e oggetti vari per il Natale.


Presso la portineria del Monastero è allestita l’esposizione dei nostri oggetti.
Giorni di apertura da lunedì a sabato, ore 8:30 – 12:30 / 15:30 – 17:30.

 

Produciamo ostie e particole per la Santa Messa, anche per celiaci.


Dio onnipotente,

che sei presente in tutto l’universo
e nella più piccola delle tue creature,
Tu, che circondi con la tua tenerezza tutto quanto esiste,
riversa su di noi la forza del tuo amore
affinché ci prendiamo cura della vita e della bellezza.
Inondaci di pace, perché viviamo come fratelli e sorelle
senza nuocere a nessuno.
O Dio dei poveri,
aiutaci a riscattare gli abbandonati e i dimenticati di questa terra
che tanto valgono ai tuoi occhi.
Risana la nostra vita,
affinché proteggiamo il mondo
e non lo deprediamo,
affinché seminiamo bellezza
e no inquinamento e distruzione.
Insegnaci a scoprire il valore di ogni cosa,
a contemplare con stupore,
a riconoscere che siamo profondamente uniti con tutte le creature
nel nostro cammino verso la tua luce infinita.
Grazie perché sei con noi tutti i giorni.
(Papa Francesco)